2 Aprile: gli appuntamenti per la Giornata Mondiale per la Consapevolezza sull’Autismo

Arte, sport, eventi itineranti e non, appuntamenti di studio e di riflessione: in occasione della Giornata Mondiale per la Consapevolezza sull’Autismo, che ricorre  il 2 aprile, molte le iniziative a Milano e dintorni. Nella pagina dedicata agli eventi, trovate una nostra raccolta per voi.

Se volete segnalarne altri, scriveteci a redazione@retiautismo.it

Credits: Il disegno qui sopra  riprodotto è “Papaveri e grano”, di Jacopo Munegato, esposto in questi giorni a Segrate nella mostra “La fortuna del fortunale”

Autismo in blue jeans: una mostra diffusa a Monza e Seregno

Jeans per sensibilizzare sull’autismo. L’indumento quotidiano per eccellenza si trasforma in manufatto artistico per comunicare, in vari luoghi della città, che l’autismo esiste.

Il progetto, coordinato dall’artista monzese Roberto Spadea consiste nell’installazione di jeans dipinti da ragazzi autistici e collocati in luoghi strategici delle città di Monza e Seregno. Ogni jeans riporterà il nome dell’autore, il titolo e la tecnica utiizzata e sarà parte di una mostra diffusa. Un’occasione per valorizzare la città attraverso oggetti quotidiani e solitamente poco appariscenti, trasformati dalla capacità creativa di ragazzi il cui disagio e le cui potenzialità passano ancora troppo spesso inosservati.

Per saperne di più, visita il sito Facciavista 

(la foto è tratta dal sito Facciavista,com)

Roberto, il giornalaio che chiede ai clienti di avere pazienza

Il Corriere della Sera gli ha dedicato un articolo, con tanto di foto (che riportiamo qui): Roberto, 20 anni, una diagnosi di sindrome dello spettro autistico da quanto ha 18 mesi, ogni giorno serve i clienti nel suo chiosco di giornali, a Napoli.

Nella foto mostra un cartello, che ha scritto aiutato dai genitori e dalla sorella e  che ogni giorno espone davanti alla sua edicola: “Buongiorno, mi chiamo Roberto e sono il vostro giornalaio. Ho l’autismo, vi chiedo di essere pazienti e di darmi  un po’ di tempo. Imparerermo a conoscerci. Grazie mille”.

E i clienti, si legge nell’articolo, aspettano pazienti, anche se nel chiosco di Roberto l’attesa è a volte un po’ più lunga che altrove. Ma la rapidità non è tutto: i modi garbati e un sorriso gentile possono valere molto di più.

Vedi l’articolo del Corriere della Sera del 13 febbraio

A Milano un corso sulla TMA (Terapia Multisistemica in Acqua)

Inizierà il 26 ottobre il corso su Autismo e TMA. Il corso ha l’obbiettivo di promuovere nelle piscine di tutta Italia la costituzione di un gruppo di operatori TMA – Metodo Caputo Ippolito con competenze teorico-pratiche sull’autismo e sul suo trattamento.
La TMA è una terapia che usa l’acqua come attivatore emozionale, sensoriale, motorio, capace di facilitare nelle persone con disturbi della comunicazione e autismo, relazioni significative in un ambiente ludico, quale è quello delle piscine pubbliche.
Il corso organizzato dalla Coop. Sociale TMA Group sarà condotto da psicologi che hanno sperimentato per anni questo approccio terapeutico e ideato la Terapia Multisistemica in Acqua metodo Caputo Ippolito.

Scheda iscrizione Milano

 

 

Un Manifesto per superare i pregiudizi sull’autismo

È stato presentato nell’ambito del 13° Convegno Nazionale su Qualità della vita e disabilità, appena concluso, il Manifesto Milano per l’Autismo  elaborato nell’ambito del Progetto Autismo e Qualità della Vita con il  contributo di clinici ed esperti coordinati dal Prof Luigi Croce, è la prima formulazione di un consenso che ha la finalità di sensibilizzare, informare e orientare famiglie e operatori sulla tematica dell’autismo, a partire dal riconoscimento di alcuni miti negativi e pregiudizi.

Il Convegno, dal titolo “Scegliere Insieme”, si è tenuto il 10 e 11 settembre all’Università IULM di Milano.

 

Alla Statale di Milano la prima edizione del Master di II livello su Autismo in età adulta

Prenderà avvio nel primo semestre dell’anno Accademico 2018-2019 all’Università degli Studi di Milano, il Master di II livello dedicato a “Il disturbo dello spettro dell’autismo (ASD) in età adulta”.

Il Master, rivolto ai laureati con laurea magistrale in medicina o psicologia, ha come obiettivo primario fornire ai corsisti le adeguate capacità di diagnosi e conoscenza delle principali strategie di intervento per adolescenti e adulti con autismo che possano essere applicate in varie professionalità  legate al servizio sanitario nazionale, al privato sociale (centri diurni, laboratori, servizi residenziali di varia natura, inserimento lavorativo) e al privato (psicoterapia e consulenza alle famiglie).

È prevista l’attivazione di borse di studio.

A questo link, tutte le informazioni e le modalità per finalizzare l’iscrizione.

 

Genetica: una ricerca individua le alterazioni del DNA connesse ai disturbi dello spettro autistico

Una ricerca  condotta dal team di scienziati dell’Istituto italiano di Tecnologia di Rovereto e dell’Università di Pisa ha indagato specifiche alterazioni del DNA connesse ai Disturbi dello spettro autistico, per comprendere come queste influiscano sulla regolare funzione cerebrale, alterandola o compromettendola.
Nell’articolo comparso sulla rivista scientifica Brain, Alessandro Gozzi dell’IIT di Rovereto, a capo del team di ricerca insieme a Massimo Pasqualetti, professore del Dipartimento di Biologia dell’Università di Pisa, ha definito il risultato raggiunto “un traguardo che apre nuove frontiere nelle comprensione dell’origine di tali disturbi e che vede nella genetica una vera e propria chiave interpretativa” . Infatti, “quando parliamo di disturbi dello spettro autistico ci riferiamo a una serie di disturbi di natura eterogenea che, tuttavia, come dimostrato da molti studi, hanno una base fortemente genetica. Con questa ricerca proponiamo un nuovo approccio che prevede di usare mutazioni genetiche singole associate ai disturbi come tessere di un puzzle: al momento sono alla rinfusa ma, comparandone gli effetti, ci auguriamo di poter capire quanti e quali tipi di autismo esistano”.

Uniti per l’Autismo: una lettera aperta ai Canditati Presidenti alla Regione e una petizione su Change.org

Il Comitato “Uniti per l’Autismo” , costituito da 35 associazioni di genitori e da migliaia di famiglie del territorio lombardo, ha inviato alcuni giorni fa una lettera aperta ai Candidati Presidenti della Regione, e contemporaneamente una petizione su change.org , per chiedere loro un impegno ad attuare quanto previsto dalla Legge Regionale n.15 del 2016 – art. 54: “disposizioni in materia di prevenzione, cura, riabilitazione delle persone affette da disturbi dello spettro autistico e della disabilità complessa, di sostegno e assistenza per le loro famiglie”. La petizione  ha già superato quota 8600 sostenitori e punta a raggiungere i 10.000.

La ragione della lettera è la constatazione che “la Lombardia, regione ricca e sempre più autonoma, con eccellenze in ambito sanitario, purtroppo non riesce a dare risposte adeguate ai bisogni di molte migliaia di famiglie lombarde con autismo e a dare attuazione alle proprie leggi in materia”.   Al momento, fa rilevare il Comitato, sono molte, troppe le mancanze: da quella di un registro con i dati epidemiologici dello spettro autistico nei territori lombardi, a “i servizi essenziali per la diagnosi precoce nei bambini, i trattamenti riabilitativi coerenti con le Linee Guida Ministeriali,  le reti di collaborazione tra pediatria e neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza e soprattutto la necessaria presa in carico multidisciplinare, prevista dalle norme indicate”.

Ciò porta molte famiglie a rivolgersi a “centri privati di provata competenza, con costi mensili variabili tra 1000 e 1500 euro. Alcune famiglie intraprendenti hanno perfino creato nuovi centri per l’autismo nei loro territori, facendo leva sulle loro personali risorse e conoscenze”. Da ultimo, ma nn certo per importanza, il rpblema dell’età, co quella soglia del diciottesimo anno che fa scomparire l’autismo “dai radar del sistema socio-sanitario, in quanto non più competenza della neuropsichiatria infantile”.
A sostenere la campagna anche l’eclettico artista e cantautore Elio: qui il suo video.

 

 

Obbiettivo Lavoro: inizia a dicembre il corso rivolto a persone Asperger

Inizia il 2 dicembre, presso la sede di LEM a Sesto San Giovanni, il corso per ridurre le criticità personali e promuovere l’abilitazione delle risorse necessarie a prepararsi in modo efficace al mondo del lavoro o a una formazione professionale specifica.  Il percorso formativo, che sarà presentato , è rivolto a persone con Sindrome di Asperger, o spettro autistico con bisogno di supporto non intensivo, e ha l’obiettivo di rinforzare i prerequisiti per l’inserimento lavorativo.

Il corso è realizzato dal l’Associazione di Promozione Sociale LEM, in collaborazione con coop. Sociale Progetto Il Seme e Gruppo Asperger Onlus.

Maggiori informazioni e contatti 

 

Dentro retiautismo.it: la normativa

Proseguiamo la nostra carrellata di presentazione di questo sito, per farvi conoscere meglio tutto ciò che vi potete trovare. Questa volta ci soffermiamo sulla sezione dedicata alla normativa: qui potrete trovare un elenco ragionato di leggi e decreti nazionali e internazionali sull’autismo, divisi per area geografica di competenza: la normativa relativa alla Regione Lombardia, quella nazionale e le risoluzioni delle Nazioni Unite. L’elenco è in costante aggiornamento per essere il più esaustivo possibile: se tuttavia ci fosse sfuggito qualcosa, o voleste segnalarci documenti che ritenete utili per questa sezione, vi preghiamo di contattarci, scrivendo alla redazione. Buona lettura!