Scuola Svizzera a Milano: cancellato l’articolo che sconsigliava l’iscrizione agli studenti “con disturbi dell’apprendimento”.

Dopo la polemica che si era sollevata nei giorni scorsi, la Scuola svizzera di via Appiani a Milano ha deciso di rimuovere l’articolo del suo regolamento in cui sconsigliava di fatto l’iscrizione a studenti con disturbi dell’apprendimento, tra cui Asperger e autismo. L’affermazione che “essendo la Scuola Svizzera impegnativa e multilingue, non è ottimale per studenti affetti da disturbi dell’apprendimento, quali: dislessia, discalculia, ADHS, Sindrome Asperger, autismo, e disturbi comportamentali”  aveva suscitato prese di posizione molto critiche ed anche indignate. A cominciare da quella del sindaco di Milano, Beppe Sala, che aveva affidato a Facebook il suo commento «Tutto questo è inaccettabile. È l’esatto contrario del modello inclusivo di scuola che è previsto in Italia. Questa non è la Milano che vogliamo». Così, dopo pochi giorni dallo scoppio della polemica, la Scuola ha cancellato l’articolo in questione. A comunicare la notizia alla ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli è stata la stessa ambasciata elvetica. 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.