Da settembre c’è un supermercato autism friendly

È i il primo supermercato in Italia ‘autism friendly’, cioè adatto anche alle persone con sindrome dello spettro autistico. Qui, al supermercato Coop di Monza, aperto da settembre, le luci sono più basse, non ci sono suoni forti, c’è priorità alle casse per le persone autistiche, personale appositamente formato e immagini che spiegano cosa si trova in ogni corsia.

Il progetto è nato dall’idea di tre mamme della onlus Alla3 e ha visto la collaborazione dell’associazione PizzAut. “Nei negozi tradizionali ci sono molte barriere sensoriali per le persone autistiche di qualsiasi età, come le luci o i rumori troppo forti”, precisa Camilla Galloni, una delle mamme dell’associazione Alla3. “Ci siamo conosciute in un gruppo di mutuo-aiuto, avendo figli autistici di 5-6 anni – aggiunge Teresa Gullì – e così abbiamo deciso di fondare quest’associazione. La spinta per quest’ultimo progetto ci è venuta durante il lockdown, in cui ci siamo trovate sole a dover gestire i nostri figli”. Da lì poi la presentazione del progetto a Coop Lombardia, che ha deciso di sposarlo.
Neshat Asgari, architetto iraniana, ha realizzato i disegni che sono poi stati usati nelle corsie del supermercato, seguendo i criteri della Comunicazione Aumentativa Alternativa (Caa).

Davvero una bella idea, che speriamo possa presto diffondersi.

 

 

La casa di Dorothy: un docu-film sull’autismo

Come in una visione, una ragazza – l’attrice e modella Lara Sak – arriva in un cascinale e comincia a ristrutturare le stanze: è il sogno di alcune famiglie con bambini affetti da sindrome dello spettro autistico.

Il film documentario  La casa di Dorothy racconta, con garbo e un’apprezzabile fotografia,  la vita di quattro di queste famiglie: la quotidianità, la fatica, la speranza di garantire al proprio figlio un futuro solido,  per affrontare con serenità il momento del “dopo di noi”.

 Realizzato con il contributo dell’associazione di volontariato “Nella Casa di Dorothy” e girato fra Lombardia ed Emilia, il film è disponibile per il noleggio o per l’acquisto su TecaTV (www.tecatv.com). Parte degli utili saranno devoluti per la costruzione della Casa.

Il film

 

Blu home: a Varese gli appartamenti didattici per l’autismo

Un progetto didattico di abilitazione intensiva unico in Europa, pensato per aiutare a migliorare la qualità della vita di bambini e giovani con diagnosi di disturbi dello spettro autistico e delle loro famiglie: sono i quattro appartamenti “Blu Home” realizzati da Fondazione Sacra Famiglia nella propria sede a Varese, e attivi da settembre,

Gi appartamenti  sono arredati con particolari accorgimenti autism-friendly, dotati di strumenti di domotica e di un sistema di videoregistrazione da remoto per monitorare, ascoltare e capire i comportamenti di genitori e figli, così da poter intervenire per correggere i comportamenti disadattivi. All’interno degli appartamenti Blu Home ogni anno Fondazione Sacra Famiglia potrà ospitare fino a 160 bambini con autismo e le loro famiglie.

Leggi l’articolo di Vita.it

 

Le agevolazioni fiscali per persone con disabilità

A quali agevolazioni fiscali ho diritto?
Dall’Agenzia delle Entrate, un quadro aggiornato delle varie situazioni in cui sono riconosciuti benefici fiscali in favore dei contribuenti portatori di disabilità o con figli disabili a carico. In particolare, sono spiegate le regole e le modalità da seguire per richiedere le agevolazioni.

Scarica il documento

“Esserci”: a Milano il cortometraggio di Scuola Futuro Lavoro

È stato uno dei primi, se non il primo, ciak a Milano dopo il lockdown . Hanno girato anche in esterni, in piazzetta Mentana, al cavalcavia di Porta Garibaldi  e nei dintorni. Si intitola  “Esserci” il cortometraggio promosso da Scuola Futuro Lavoro, la prima in Europa per ragazzi con la sindrome di Asperger, ma aperta a tutti i ragazzi.

Il film coinvolge direttamente gli studenti della Scuola, quelli che hanno seguito il corso di videomaking e quelli su set per le fotografie, come Lorenzo Siena, che è sul set come fotografo di scena.

Volontario il contributo di tutti, a partire dai nomi prestigiosi  degli sceneggiatori: Umberto Contarello (“La grande bellezza”) e Sara Mosetti.  Entrambi si sono già occupati di autismo, firmando la sceneggiatura del road movie  di Gabriele Salvatores “Tutto il mio folle amore”. Milanese  il regista Francesco Parrella, La produzione è curata da Dario Callegher in collaborazione con la Edi, Effetti digitali italiani.  i tre giovani interpreti sono A Emma Padoan, Niccolò Tedeschi e la figlia e nipote d’arte Alice de André,

leggi l’articolo de Il Giorno

Storia di un coronavirus: Mamma, usciamo?

È dedicato alla ripresa il nuovo ebook gratuito scritto da Francesca Dall’Ara, illustrato da Giada Negri e realizzato dal Centro sovrazonale di comunicazione altrenativa in  collaborazione con Erickson. Dopo Storia di un coronavirus: quando torni a casa papà? e Storia di un coronavirus, una letterina per te nonno, il nuovo ebook di Erickson insieme alla Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano, rivolge l’attenzione ai genitori e ai loro bambini, per sostenerli nel graduale rientro nella nuova quotidianità, che tanto spazio lascia alla responsabilità di ognuno

L’ebook è scaricabile gratuitamente da qui.

Come accogliere in albergo una persona con disturbo dello spettro autistico: il “Vademecum autismo”

«I turisti con disabilità sono semplicemente turisti. Un turista con esigenze particolari non deve essere un problema da gestire, ma un’opportunità»: a dirlo è Giovanni Ferrero, direttore della CPD di Torino (Consulta per le Persone in Difficoltà), commentando la pubblicazione del Vademecum Autismo. Informazioni di base e suggerimenti pratici, realizzato dall’Ente Bilaterale del Terziario e del Turismo della Provincia di Torino, in collaborazione con la stessa CPD e con l’Associazione di Promozione Sociale Cabaleonte di Moncalieri (Centro di Apprendimento e Formazione per bambini e ragazzi tra gli zero e i vent’anni con disturbo dello spettro autistico, disabilità intellettiva e/o difficoltà scolastiche).

Obiettivo del Vademecum Autismo è aumentare la consapevolezza delle persone che potenzialmente possono venire a contatto con chi soffre di disturbi dello spettro autistico, in particolare nel settore alberghiero.  Nel Vademecum sono illustrati nel dettaglio cosa sono i disturbi dello spettro autistico, come riconoscere una persona che ne è colpita e la strategia per comunicare con essa, cosa può infastidirla, come intervenire nel caso di una crisi comportamentale e come strutturare gli ambienti per renderli più gradevoli e accessibili.

Per approfondire, leggi l’articolo su Superando.it
Per ulteriori informazioni: uffstampa@cpdconsulta.it.

Inserimento lavorativo per le persone con autismo: il 25 giugno alle 18 un webinar gratuito

Strumenti, esperienze, riflessioni dedicate all’inserimento lavorativo delle persone con autismo ad alto funzionamento: giovedì 25 giugno alle 18  un webinar gratuito organizzato da Fondazione Sacra Famiglia onlus per fare interagire idee e buone pratiche.
Vai all’evento

Autismo e tecnologia, se ne parla durante la Civil week

Civil Week è un evento digitale dedicato alla solidarietà, all’economia civile organizzato dal Corriere della Sera, il Forum del Terzo settore, i Csv milanesi, le Fondazioni di Comunità milanesi e in collaborazione con Forum e Csv nazionali.
La Fondazione ASPHI vi partecipa con un evento on line, venerdì 12 giugno dalle ore 10 alle 12,  dal titolo: “Una soluzione tecnologica originale a supporto del bambino con disturbi dello spettro autistico”

Per i bambini con Disturbi dello Spettro Autistico è dimostrata l’utilità delle tecnologie digitali, come  un utile supporto per il superamento delle difficoltà comunicativa e relazionali, per favorire l’apprendimento, la comunicazione e la socializzazione.

Da queste premesse nasce il Progetto AUTITEC al quale partecipano vari partner con competenze specialistiche in campo medico, psicologico e tecnologico; si propone una serie di soluzioni ad alto contenuto digitale a supporto del bambino affetto da autismo, della sua famiglia e degli operatori per favorirne l’inclusione sociale.

Il progetto promuove anche la creazione di una raccolta condivisa  di ausili tecnologici (App) per l’autismo e la sperimentazione di soluzioni tecnologiche facilitanti a sostegno del processo riabilitativo.

Per partecipare: https://www.facebook.com/fondazioneasphionlus/live/

Per saperne di più

 

“Amazon contro Babbo Natale”

Amazon contro Babbo Natale è un libro realizzato dal progetto Bookbox Firenze e “L’Arte risveglia l’Anima”.
Oltre all’autrice, otto artisti hanno aderito alla proposta di illustrare il racconto i regalando cinque minuti di leggerezza e divertimento  per  lettori grandi e piccini.

Buona letture e buona visione!
Leggi il libro