Un Manifesto per superare i pregiudizi sull’autismo

È stato presentato nell’ambito del 13° Convegno Nazionale su Qualità della vita e disabilità, appena concluso, il Manifesto Milano per l’Autismo  elaborato nell’ambito del Progetto Autismo e Qualità della Vita con il  contributo di clinici ed esperti coordinati dal Prof Luigi Croce, è la prima formulazione di un consenso che ha la finalità di sensibilizzare, informare e orientare famiglie e operatori sulla tematica dell’autismo, a partire dal riconoscimento di alcuni miti negativi e pregiudizi.

Il Convegno, dal titolo “Scegliere Insieme”, si è tenuto il 10 e 11 settembre all’Università IULM di Milano.

 

Alla Statale di Milano la prima edizione del Master di II livello su Autismo in età adulta

Prenderà avvio nel primo semestre dell’anno Accademico 2018-2019 all’Università degli Studi di Milano, il Master di II livello dedicato a “Il disturbo dello spettro dell’autismo (ASD) in età adulta”.

Il Master, rivolto ai laureati con laurea magistrale in medicina o psicologia, ha come obiettivo primario fornire ai corsisti le adeguate capacità di diagnosi e conoscenza delle principali strategie di intervento per adolescenti e adulti con autismo che possano essere applicate in varie professionalità  legate al servizio sanitario nazionale, al privato sociale (centri diurni, laboratori, servizi residenziali di varia natura, inserimento lavorativo) e al privato (psicoterapia e consulenza alle famiglie).

È prevista l’attivazione di borse di studio.

A questo link, tutte le informazioni e le modalità per finalizzare l’iscrizione.

 

115 milioni per la ricerca sull’autismo: è il più grande finanziamento internazionale

115 milioni di euro per uno studio che punta in particolare ad accrescere la conoscenza dell’autismo e a sviluppare nuove terapie per migliorare lo stato di salute e la qualità della vita delle persone con autismo: si tratta del più grande finanziamento internazionale per la ricerca scientifica in questo settore ed è stato assegnato assegnato dall’IMI (Innovative Medicines Initiative) ad un team coordinato da un consorzio guidato dal King’s College di Londra e il cui partner italiano è l’IRCCS Fondazione Stella Maris di Calambrone (Pisa).

Partner italiano del consorzio è l’équipe guidata da Filippo Muratori, docente dell’Università di Pisa e direttore dell’Unità Operativa di Psichiatria dello Sviluppo dell’IRCCS Fondazione Stella Maris di Calambrone (Pisa), che da anni si occupa di bambini con autismo e delle loro famiglie.

Per approfondire,   l’articolo di Superando.it

 

Genetica: una ricerca individua le alterazioni del DNA connesse ai disturbi dello spettro autistico

Una ricerca  condotta dal team di scienziati dell’Istituto italiano di Tecnologia di Rovereto e dell’Università di Pisa ha indagato specifiche alterazioni del DNA connesse ai Disturbi dello spettro autistico, per comprendere come queste influiscano sulla regolare funzione cerebrale, alterandola o compromettendola.
Nell’articolo comparso sulla rivista scientifica Brain, Alessandro Gozzi dell’IIT di Rovereto, a capo del team di ricerca insieme a Massimo Pasqualetti, professore del Dipartimento di Biologia dell’Università di Pisa, ha definito il risultato raggiunto “un traguardo che apre nuove frontiere nelle comprensione dell’origine di tali disturbi e che vede nella genetica una vera e propria chiave interpretativa” . Infatti, “quando parliamo di disturbi dello spettro autistico ci riferiamo a una serie di disturbi di natura eterogenea che, tuttavia, come dimostrato da molti studi, hanno una base fortemente genetica. Con questa ricerca proponiamo un nuovo approccio che prevede di usare mutazioni genetiche singole associate ai disturbi come tessere di un puzzle: al momento sono alla rinfusa ma, comparandone gli effetti, ci auguriamo di poter capire quanti e quali tipi di autismo esistano”.

Comunicare è partecipare. La comunicazione aumentativa al Convegno internazionale Autismi di Erickson

Il 4 maggio scorso, presso il convegno internazionale Autismi di Erickson, il Centro Sovrazonale di comunicazione aumentativa di Milano e Verdello e l’associazione Arca Comunità l’Arcobaleno Onlus di Bologna hanno insieme presentato il modello di intervento di comunicazione aumentativa partecipato integrato di territorio in una prospettiva longitudinale alle età della vita.

L’intervento presentato nel workshop si è declinato nelle parole degli specialisti del Csca e delle persone della comunità Arca che utilizzano quotidianamente la CAA.

Il tema centrale, legato alla partecipazione e all’inclusione in tutte le età della vita, sottolineava l’importanza del coinvolgimento allargato di tutti i contesti di vita dei bambini e degli adulti con bisogni comunicativi complessi per favorirne la comunicazione ma anche lo sviluppo sociale e relazionale, indispensabili per la crescita e la realizzazione di sè dall’infanzia all’età adulta

Al centro è stato posto il concetto di partecipazione in particolare attraverso l’utilizzo degli inbook e dei libri in simboli come strumenti di divulgazione, sensibilizzazione e inclusione.

Qui una sintesi dell’incontro

L’intervento conclusivo è stato affidato ai giovani adulti della comunità Arche i quali, dopo aver presentato il lavoro in comunità e il ruolo della CAA al suo interno, hanno dato vita a una coinvolgente lettura animata di una fiaba costruita da loro nel laboratorio di scrittura dell’Arca di Bologna: ne riproponiamo qui un estratto.

“Estate fabulosa”: vacanza al mare per ragazzi 13-25 anni

Torna, dall’1 al 22 agosto, l'”Estate Fabulosa” organizzata dagli educatori della Cooperativa Sociale Fabula Onlus: un soggiorno estivo rivolto a ragazzi e ragazze con disturbi dello spettro autistico, presso il “Villaggio Fabuloso” di San Giuliano di Puglia/Bonefro (CB), due piccoli borghi dell’entroterra molisano.
Il periodo comprenderà giornate al mare, gite, sagre popolari, sport e laboratori: una vacanza felice in un luogo sicuro e familiare.
La vacanza è rivolta a ragazzi  e ragazze affetti da Disturbi dello Spettro Autistico con ritardo medio-grave di età compresa tra i 13 e i 25 anni.

Il profilo e le competenze del disability manager

Mentre si attende ancora l’emanazione dei Decreti Attuativi previsti dal Jobs Act,  a rompere il silenzio normativo sulla figura del disability manager ci ha pensato, lo scorso marzo, la Regione Lombardia: con un decreto dirigenziale sono stati inseriti il profilo e le competenze del disability manager, nel «quadro regionale degli standard professionali».

La finalità del disability manager è  garantire una corretta gestione del personale con disabilità e collaborare con i servizi per l’inserimento in azienda, proponendo gli accomodamenti ragionevoli, con particolare focus sugli strumenti di organizzazione del lavoro innovativi e di conciliazione tra vita e lavoro.

SIDIMA (Società Italiana Disability Manager) ha accolto con favore l’inserimento della figura del disability manager nel quadro regionale degli standard professionali della Lombardia che, oltre a rappresentare un importante e univoco riferimento per la progettazione e la realizzazione dei percorsi di formazione continua, permanente e di specializzazione, e anche per la certificazione delle competenze acquisite, può costituire un valido esempio per altre Regioni e per gli stessi Decreti Attuativi del Jobs Act tanto attesi.

Per approfondire

Progetto escursionismo: camminare sulle Orobie per diventare più autonomi

La montagna può insegnare molte cose. Tra queste, ad essere più autonomi e sicuri di sè, e ad entrare in relazione con i propri compagni di escursione.  Per questo l’associazione “Autismo è…” di Brembate, nel comune di Bergamo, tra i vari progetti rivolti a persone con disturbi dello spettro autistico ne propone uno dedicato all’escursionismo.

Il progetto prevede attività in montagna per tutte e 4 le stagioni: ciaspolate sulla neve, trekking, escursioni in notturna e mini vacanze. Più numerose, naturalmente, le iniziative in calendario in primavera e in estate: gite sono previste Sabato 19 Maggio, Sabato 9 Giugno, Sabato 14 Luglio, Sabato 8 Settembre. Inoltre, per il mese di agosto sono i programma tre giorni di trekking sulle Orobie: dal 17 al 19 o dal 19 al 21 Agosto.

Ad accompagnare il gruppo di partecipanti sono sempre presenti due operatori, che guidano i ragazzi nell’esperienza. “Le escursioni sono delle gite  dove imparare a condividere del tempo con altre persone”, ha spiegato la presidente di “Autismo è…” Silvana Salvi intervistata dall’Eco di Bergamo. “Le escursioni impegnano a livello fisico, facilitano il potenziamento muscolare e anche lo sviluppo del senso di orientamento, ma l’obiettivo principale è di incrementare le autonomie personali sia nelle azioni più semplici, come vestirsi e preparare lo zaino, ma anche con il distacco dalla famiglia”

Per richiedere maggiori informazioni sul progetto e le iscrizioni alle escursioni, si può consultare il sito dell’Associazione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Giornata Mondiale dell’Autismo: iniziative, convegni. E i “giocatori speciali” ad Assago

Anche quest’anno, in occasione della Giornata Mondiale di consapevolezza dell’Autismo, prevista per il 2 aprile, insieme a migliaia di luci blu si accenderanno anche moltissime iniziative in tutta Italia.

A Milano, Sabato 31 Marzo il Forum di Assago ospiterà dei giocatori speciali: i bambini e i ragazzi, con disturbi dello Spettro Autistico, iscritti ai corsi di “avvicinamento alla Pallacanestro” organizzati dalla Cooperativa Sociale Fabula Onlus, in collaborazione con la Pallacanestro Olimpia Milano. Qui il comunicato stampa

Sempre a Milano, dal 3 aprile per due mesi alle Gallerie d’Italia approda la mostra itinerante  L’arte risveglia l’Anima,

L’11 aprile il Centro Studi e Ricerche sulla Disabilità e Marginalità (CeDisMa) dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano ha organizzato il Convegno “Approcci Formativi per l’Autismo. Presupposti per la disabilità intellettiva” presso L’Università Cattolica del Sacro Cuore. Ingresso gratuito previa registrazione.

A Bergamo, il 6 aprile si terrà il convegno “Dentro l’autismo: solide consapevolezze e nuove frontiere”, organizzato in collaborazione con il Consiglio regionale della Lombardia  e dell’Ordine degli assistenti sociali (ingresso gratuito, accreditamento ECM).

Intanto, la petizione #unitiperlautismo , di cui recentemente ha scritto anche Repubblica, sta sfiorando le 15.000 firme.

Sul sito della Fondazione Italiana per l’Autismo, una raccolta di eventi segnalati dalla varie parti d’Italia.