Centri e laboratori estivi: le proposte di Fabula, dal 14 giugno

Tre proposte per l’estate,  all’insegna dello sport e del divertimento, per bambini, ragazzi e ragazze con autismo:
sono i “laboratori estivi fabulosi” per bambini e bambine tra i 6 e gli 11 anni, che si svolgeranno presso la Parrocchia di Fatima a Milano e l’Oratorio S.A.C.E.R. di Cernusco sul Naviglio, e il “centro estivo Fabuloso”, per ragazzi e ragazze tra i 12 e i 22 anni.
Per tutti, sarà occasione di vivere un piacevole periodo in un ambiente sicuro, seguiti in ogni momento della giornata da educatori specializzati della Cooperativa Fabula.
E per chi, in età compresa tra i 13 e i 25 anni, volesse vivere una vacanza fuori dalla città,  c’è la possibilità di iscriversi al  soggiorno estivo presso il “Villaggio Fabuloso” di Bonefro (CB), borgo dell’entroterra molisano.  Il periodo comprenderà giornate al mare, gite, sagre popolari, sport e laboratori.
Si inizia il 14 giugno. Dettagli, periodi e modalità di iscrizione, sul sito di Fabula onlus

Osservatorio Nazionale Autismo (OssNA): il portale online

È accessibile da poco più di un mese il portale online dell’Osservatorio Nazionale Autismo (OssNA) dell’ISS, creato dall’Istituto superiore di sanità (ISS). Un portale voluto per “la mappatura dei servizi nazionali dedicati alla diagnosi e presa in carico delle persone nello spettro autistico in tutte le età della vita”. Si tratta di una novità molto significativa che cerca di andare incontro alle richieste delle associazioni che difendono i diritti delle persone con disturbi dello spettro autistico.

Il sito e la piattaforma online ad esso collegati sono stati sviluppati nell’ottica di rendere consultabile ogni attività, istituzionale e di ricerca, effettuata dall’Osservatorio a supporto e per conto della Cabina di Regia del Fondo Autismo.

Nel portale compaiono anche, per la prima volta, le linee guida per gli adulti.

Qui l’intervista del Fatto Quotidiano alla coordinatrice del progetto, Maria Luisa Scattoni

Vai al portale online dell’Osservatorio Nazionale Autismo (OssNA)

PizzAut: nel giorno della festa del lavoro, il sogno diventa realtà

Finalmente PizzAut è realtà: dopo attese e rinvii dovuti alla pandemia in corso, il ristorante gestito completamente da ragazzi con autismo ha aperto al pubblico lo scorso sabato 1° maggio, a Cassina De’ Pecchi.  Il progetto è divenuto, così,  finalmente, realtà. All’evento ha partecipato anche la presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati che, ricordando l’incontro avuto due anni prima in Senato, quando i ragazzi avevano espresso il loro sogno di poter finalmente creare un loro posto di lavoro, ha detto: “Siete un esempio di cui l’Italia è orgogliosa”.

A dare vita al progetto che ha portato all’apertura di PizzAut è stato Nico Acampora (nella foto, con un giovane collaboratore), educatore, padre di un ragazzo autistico e assessore nel vicino Comune di Cernusco sul Naviglio: “Ci sono 600mila persone autistiche in Italia, non è possibile che esista una sola PizzaAut”, ha detto, aggiungendo che “in tanti credono che si possa costruire un mondo migliore per le persone autistiche attraverso il lavoro”.

Visita il sito di PizzAut

 

Un ciclo di incontri sul benessere delle persone con autismo. Il 24/4 Luigi Croce e Bert Pichal

“Percorso educativo per il benessere bio-psico-sociale nello spettro autistico” è il titolo del ciclo di incontri su salute, formazione e lavoro in diretta streaming, promosso dalle fondazioni “Un futuro per l’Asperger” e Sacra Famiglia, dal 24 aprile al 3 luglio prossimi. Il ciclo di incontri affronterà le diverse tematiche che rappresentano, nel loro insieme, il benessere bio-psicosociale della persona nello spettro autistico.

Il primo appuntamento sarà sabato 24 aprile, dalle 15 alle 17, con Luigi Croce, psichiatra e psicoterapeuta,  che si occuperà della “Qualità nel prendersi cura, qualità della vita delle persone autistiche” e con Bert Pichal, ortopedagogista con specializzazione in autismo, che tratterà “L’uso eccessivo di strumenti tecnologici come smartphone, tablet e pc”. Durante l’incontro interverranno Emilio Rota, presidente di Anffas Lombardia, e Daniela Oioli, presidente di Angsa Biella.

Anna Ballarino, Cecilia Carenzi e Cristina Panisi hanno disegnato un percorso lungo il quale professionisti, associazioni dei familiari e istituzioni affronteranno l’argomento  del benessere delle persone con autismo dalla propria prospettiva, dalle criticità alle possibili soluzioni, dalla teoria alla pratica. I relatori saranno accomunati dalla capacità di osservare persone con potenzialità da favorire e non individui schiacciati dal peso di una disabilità.

La partecipazione è gratuita.

Maggiori informazioni e iscrizioni a questo link  o con email a  segreteria@scuolafuturolavoro.it

“Io vivo altrove”: un suggerimento di lettura per la Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo

Storie “di vite vissute da persone e famiglie che hanno trovato varie forme di risposta a una condizione non solo complessa, ma anche “confinata nell’altrove” “. Sono le storie contenute nel libro di Beppe Stoppa,  come scrivono Cristina Finazzi, Mario Ciummei e Raffaella Turatto di Uniti per l’Autismo.

Io vivo altrove. L’autismo non si cura, si comprende  è perciò uno stimolo perché la Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo siaun 2 Aprile non solo celebrativo, ma di coscienza sociale, che vada oltre la sindrome e i trattamenti abilitativi”

Su Superando.it la recensione del volume, che ha la prefazione di Elio, l’artista di Elio e le Storie Tese

 

Trattamenti farmacologici: pubblicate le linee guida

Quali sono gli interventi farmacologici più indicati nel trattamento di bambini e adolescenti con disturbo dello spettro autistico? Per rispondere a questa domanda sono on line, sul sito dell’istituto Superiore di Sanità,  le prime raccomandazioni della Linea Guida per la diagnosi e il trattamento di bambini e adolescenti con disturbo dello spettro autistico. Il Panel ha elaborato quattro raccomandazioni sugli interventi farmacologici a cui seguiranno presto altre sulla diagnosi e gli interventi comportamentali. Obiettivo della linea guida è quello di supportare i professionisti sanitari nella definizione del percorso diagnostico-terapeutico più appropriato, condividendo tale scelta con le persone nello spettro e i loro familiari/caregivers.

Le Linee Guida sono consultabili e scaricabili dagli utenti in formato PDF.

Vai alla pagina dell’ISS per consultare le Linee Guida

 

 

Tecnologia e inclusione scolastica: Mosaic – 4 webinar gratuiti

4 appuntamenti tra febbraio e marzo. si inizia giovedì 11.

Ogni anno più di 10.000 bambini con disabilità cognitive entrano nella scuola primaria. È quanto rileva il report Istat L’inclusione scolastica degli alunni con disabilità che frequentano le scuole, pubblicato il 6 febbraio scorso. Purtroppo, però, non tutti i docenti hanno la giusta formazione per accoglierli e spesso non ci sono reali momenti di reale inclusione scolastica.

In questo scenario, e per supportare il superamento di problematiche legate alla disabilità attraverso innovazione e tecnologia, nasce MOSAIC (mosaic-app.org): uno strumento pensato per l’inclusione scolastica di bambini con disturbo dello spettro autistico, attraverso la formazione dei docenti e l’utilizzo di oggetti interattivi, personalizzabili e programmabili secondo le esigenze del singolo bambino, con cui proporre alla classe o al piccolo gruppo attività inclusive di carattere ludico-didattico.

MOSAIC, dopo una prima sperimentazione in venti scuole lombarde nell’anno scolastico 2019/20 resa possibile grazie al finanziamento del Progetto Crew di Fondazione Cariplo, si ripresenta al pubblico con un ciclo di quattro appuntamenti online di formazione gratuita.

Ogni webinar vedrà la partecipazione di uno degli esperti del team MOSAIC e un’alternanza tra teoria e pratica: verranno offerti spunti per una didattica realmente inclusiva, che potranno esservi utili anche senza la presenza del Kit MOSAIC in classe, e mostrate le potenzialità di MOSAIC.

Ecco il calendario gli appuntamenti, l’orario è dalle ore 18:00 alle ore 19:00

  • Giovedì 11 febbraio: MOSAIC e l’educazione strutturata, con Antonella Dellanoce di Fabula Onlus
  •  Martedì 16 febbraio: Il linguaggio e la comunicazione con MOSAIC, con Maria Federica Montuschidi Parole Tue
  • Giovedì 25 febbraio: MOSAIC e il lavoro di gruppo, con Paola Golzi, insegnante e membro di ANGSA

Lombardia

  •  Martedì 2 marzo: Analisi della sperimentazione MOSAIC, con Paolo Meucci di Fondazione Piatti

I webinar potranno essere seguiti anche in differita. Chi seguirà il corso completo potrà ricevere l’attestato di partecipazione di quattro ore riconosciuto dal MIUR attraverso la piattaforma SOFIA.

MOSAIC è pensato per la scuola primaria, ma può essere utilizzato anche nella scuola dell’infanzia per il carattere ludico e nella scuola secondaria inferiore, dove gli stessi ragazzi possono ideare e programmare attività inclusive per i propri compagni di classe.

Iscrizioni a questo link

Maggiori informazioni qui

Presentazione del Programma E.D.G.E. Mindfulness – evento online

Un programma rivolto ai ragazzi con disabilità intellettive o altre fragilità, per permettere loro di accrescere le competenze trasversali propedeutiche all’inserimento lavorativo.  A questo è dedicato l’evento  online organizzato da consorzio SiR  che si terrà Mercoledì 27 Gennaio alle 15.30.

L’incontro si focalizzerà sui contenuti innovativi che il Progetto Europeo E.D.G.E.  ha elaborato e sperimentato con successo in sei Paesi europei (Austria, Grecia, Italia, Lituania, Portogallo e Regno Unito)

Nello specifico, si presenteranno i risultati ottenuti nell’applicazione della pratica della Mindfulness e si racconteranno le esperienze di chi lo ha testato sul campo. Inoltre, si proporrà il GAME E.D.G.E., un gioco online sviluppato all’interno del progetto per consentire ai ragazzi di simulare situazioni quotidiane che si possono presentare nei contesti lavorativi, permettendo loro di sperimentarsi ed apprendere i comportamenti più idonei.

Per partecipare all’evento è necessario iscriversi

Vai all’evento per consultare il programma e per iscriverti.

Bookbox In-Service 11 dic 2020

Venerdì 11 dicembre noi, “pionieri del Bookbox”, ci siamo ritrovati insieme per la terza volta.

È stato un incontro in-service virtuale, ma eravamo cosi interessati, così pieni di vitalità professionale e personale e con tante cose da raccontarci, che non ne abbiamo colto il limite.  Le quattro ore del nostro incontro sono state riempite di idee, novità e visioni future interessanti, simpatiche e curiose.

Talvolta avveniristiche ma niente affatto folli. Una meraviglia!

Ve ne raccontiamo qualcuna:

  • le storie da leggere in 5 minuti
  • laboratori virtuali
  • aperi-chat
  • le storie siamo noi
  •  I fotoromanzi
  • il Bookbox in casa
  • la cornice digitale
  • idee per le librerie
  • audiolibri
  • Bookbox Cafè
  • recensioni
  • da formati a formatori
  • il kit per i nuovi nati

il libro digitale tramite link o QR Code ….. e altro ancora (proposte di Bookbox Milano).La vicinanza e il sostegno personale espresse nel saluto dell’eurodeputato Pierfrancesco Majorino e la partecipazione all’incontro delle rappresentanti dell’associazione GAMP di Bruxelles, hanno dato alla nostra riunione un’inattesa “cornice europea”.

Per conoscere meglio il progetto Bookbox Italia, visita il sito: www.bookbox.it

Noi di BookBox ci siamo! Il video dei ragazzi di BookBox Milano

Un saluto che è un “bentornati” e un “arrivederci”, e anche un po’ un augurio per questo Natale, così diverso da tutti gli altri. I ragazzi e le ragazze di BookBox Milano hanno realizzato uno spot per dire che, nonostante tutto, le cose importanti non si fermano: magari cambiano forma, ma non si fermano. E nemmeno loro, si sono fermati. E se non è più stato possibile prendersi cura delle librerie dei supporter, andare dalle biblioteche dei Poli ai negozi e studi professionali a rifornire gli scaffali di nuovi libri, loro non si sono fermati. In questi ultimi mesi  dell’anno, stanno imparando come selezionare e consigliare libri attraverso il web, scegliendo titoli, pubblicando suggerimenti e recensioni, immagini e audio, su una pagina del sito tutta loro: “BookBox Web”. Stanno imparando e come rendere questa pagina facilmente consultabile con un semplice gesto, da smartphone.  A breve, impareranno anche come realizzarne uno loro, di libro. Non vediamo l’ora di leggere le loro storie. Intanto, vi consigliamo di dare un’occhiata alla pagina sulla quale stanno lavorando. Dopo aver visto il video, ovviamente!