“Io vivo altrove”: un suggerimento di lettura per la Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo

Storie “di vite vissute da persone e famiglie che hanno trovato varie forme di risposta a una condizione non solo complessa, ma anche “confinata nell’altrove” “. Sono le storie contenute nel libro di Beppe Stoppa,  come scrivono Cristina Finazzi, Mario Ciummei e Raffaella Turatto di Uniti per l’Autismo.

Io vivo altrove. L’autismo non si cura, si comprende  è perciò uno stimolo perché la Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo siaun 2 Aprile non solo celebrativo, ma di coscienza sociale, che vada oltre la sindrome e i trattamenti abilitativi”

Su Superando.it la recensione del volume, che ha la prefazione di Elio, l’artista di Elio e le Storie Tese

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.